lunedì, novembre 10, 2008

Una sera insieme a Las Vegas

Finalmente, dopo un'intensa giornata di lavoro qui a Las Vegas, mi concedo una sera in compagnia di tutti i miei amici. E qui a Las Vegas, una sera insieme può essere davvero straordinaria.

L, M, A ed S (con M) hanno pensato al locale prendendo tutte le informazioni del caso, così si finisce al jet del Mirage, dove stasera ci sono due grandi maestri della musica house.

Però la serata parte prima, molto prima con un giro in una serie di bar ultracool: i banconi dei migliori hotel della strip vengono presi d'assalto.

V ovviamente ha letto tutte le guide più aggiornate e fa da cicerone; G, E e G pensano soltanto a ordinare Margarida e Cubalibre il più velocemente possibile mentre con mia grande sorpresa mi compaiono davanti R, E, F e P... cazzo occorrerà davvero armarsi stasera!

La quinta colonna delle mie amicizie femminili è ancora incantata dentro il Fashion Show Mall, ma ben presto si metterà al passo: M, O, E, E, C e qualcun'altra che sempre si aggrega a loro vogliono fare un figurone.

Ci sono poi quelli che scelgono di fermarsi all'avveniristico Sportsbar accanto alla concessionaria Lamborghini: là sono certo di trovarci P, K, Z, e magari un paio d'altri.

G, F, A e C sono già a cena, ma stasera andrò a prenderli per le orecchie: non può mancare nessuno.

Poi la sera prende corpo e sembra di rivivere un pò le scene di "Da zero a dieci", solo che a far da sfondo invece di Rimini e della Riviera, c'è la capitale del peccato Las Vegas: c'è chi alle undici è già a pezzi e molesta le signorine (che qui però rispondono, attenti!), chi dice "arrivo!" quando invece ancora sdraiato sul letto, chi passa la sera al telefono, chi non sta fermo un attimo e chi commenta qualunque ragazza gli cammini a meno di dieci metri. E' la sera perfetta.

R, gentile come sempre chiama le sue otto amiche (che ha comunque e dovunque a portata di mano, in qualunque parte del mondo), G lo conosce da due ore ma già gli fa da spalla: la loro personale sfida è iniziata. M ha il solito codazzo di amiche delle quali si fa conoscenza, gioco forza in breve il gruppo si scioglie e rimangono gruppetti di 3-4 persone, o coppie.

Hey che fine ha fatto G? Davvero sono venuti anche M e J? Quando ti ha detto che veniva R?

Dagli altoparlanti di fronter al Venetian e al Palazzo stasera non escono Baglioni o la Pausini, ma Stadio, Ridillo e anche i Subsonica. La terra trema!

Da qualche parte nel privè più esclusivo del Jet, V sta offrendo un cocktail dei suoi a A, L e S. Argomenti obbligatori della chiacchera: la gonna di quella bionda, il costo della quinta di quella labbrona, il costo e basta di quelle due cavalle con la frangia tagliata col falciaerba (a contorno di questi main topic, qualche considerazione a mò di coro sulla prossima trasferta al seguito della Spal).

La serata scorre veloce, le cinque arrivano in un lampo ma tra cazzate, risate, persone sconiosciute che sono diventati volti famigliari e qualche attacco andato a buon fine ci sembra quasi che non sia mancato nulla.

Il ritorno alle rispettive camere, alcuni a braccetto, altri con la camicia sulla spalla, è da film di fronte al sole che fa capolino dietro alle montagne rocciose.

Prima della branda, qualcuno accende di sfuggita la tv, dove un giovane e bel ragazzo di 44 anni sta parlando a una grande folla. Pare abbia vinto delle elezioni.... siamo troppo stanchi per ascoltare, però alcune parole ci rubano l'attenzione e ci regalano un sogno d'oro ad attenderci: "....Democracy, liberty, opportunity and hope!". Chissà, magari ce l'ha anche con noi.

Forse è stato un sogno, ma mi è davvero piaciuta questa notte d'altri tempi di gloria a Las Vegas, avete fatto bene a venire tutti!

Poi, erano anni che non sentivo parole così retoriche e bellissime. Può tutto questo la politica?

- Estelle, "American Boy"
- Moby, "Oh yeah"
- Telefon Tel Aviv, "My Week Beats Your Year"
- Hercules and Love affair, "Blind"
-Royksopp, "In space"


4 commenti:

Giovannino ha detto...

Spettacolo! Vice posso venire a lavorare con te? Lo so, non sarà tutto rose e fiori, però voglio venire lo stesso... Io con i miei colleghi al massimo mangio qualcosa in qualche trattoria dell'abruzzo!

ghedo ha detto...

No, questa volta non dico niente; rovinerei la magia e l'emozione, i palpiti del cuore e la pelledoca; e, forse, la pioggia che sembra velare lo sguardo....ma è veramente pioggia?

Anonimo ha detto...

Geniale, semplicemente geniale, fucking MENTAL!!!
Comunque V alle cinque del mattino stava tracannando l' ennesimo gin tonic al Gentlemen's Club allungando una mano verso una signorina abbronzata come quello che sta parlando in televisione davanti a così tanta gente.
LIVE THE AMERICAN DREAM
VITTO

Vice/Manu ha detto...

I love you GUYS!